menu
cristalfarma illumina

Illumina


MEMORIA E FUNZIONI COGNITIVE

Il sistema nervoso umano è uno dei sistemi in natura più complessi e regola le funzioni cognitive, che includono memoria e concentrazione, e l’attività intellettiva. La sua funzionalità può indebolirsi o subire alterazioni a causa dell’età o di particolari situazioni stancanti e logoranti.

Illumina® è un integratore alimentare contro l’invecchiamento cerebrale a base di estratti di piante quali Bacopa (Bacopa monnieri), Haematococcus pluvialis, contenente Astaxantina, Fosfatidilserina, un componente essenziale delle membrane cellulari e Vitamina E, ad attività antiossidante.

L’impiego di Illumina®, grazie ai fitocomplessi in esso contenuti, può essere utile come coadiuvante nel ridurre i sintomi del fisiologico e progressivo declino cognitivo associato all’avanzare dell’età.

La Bacopa, infatti,  ha mostrato effetti positivi come integratore naturale per la memoria e le funzioni cognitive e può essere utile nel favorire e mantenere il benessere mentale (1). La fosforilserina, sostanza già presente nelle membrane delle cellule nervose, supporta le funzioni cognitive e contribuisce al mantenimento dell’efficienza mentale (2). Anche l’astaxantina, antiossidante naturale ricavato da una microalga unicellulare, contrasta il processo di invecchiamento cerebrale in sinergia con la Vitamina E (3,4).

L’integratore alimentare Illumina® inoltre, grazie alla particolare ed innovativa formulazione in compresse multistrato a rilascio differenziato, permette una migliore biodisponibilità ed azione dei suoi componenti.

Consigli d'uso:

  • Memoria
  • Funzioni Cognitive

Modalità d'uso:

Si consiglia l’assunzione di 1 compressa al giorno preferibilmente appena prima del pasto principale.

 
 

Bibliografia:

  1. Linee Guida Ministeriali di riferimento per gli effetti fisiologici di sostanze e preparati vegetali ammessi negli integratori alimentari.
  2. Kidd PM. Phosphatidylserine; membrane nutrient for memory. A clinical and mechanistic assessment. Altern Med Rev 1996; 1: 70-84
  3. Kidd P. Astaxanthin, cell membrane nutrient with diverse clinical benefits and anti-aging potential. Altern Med Rev. 2011 Dec; 16(4): 355-64.
  4. Regolamento (UE) n.432/2012 della Commissione del 16 maggio 2012. Elenco delle indicazioni sulla salute consentite

Prodotto incluso nel Registro degli integratori del Ministero della Salute, codice 58453

prezzo
20.50
euro

illumina packagescheda tecnicaAggiungi al carrelloAggiungi al carrelloRichiedi informazioni

esperienze cliniche di prodotto

Valutazione dell'efficacia clinica di un preparato a base di estratto di Bacopa monnieri, astaxantina, fosfatidilserina e vitamina E (Illumina®) nel trattamento del declino cognitivo lieve

La maggior parte delle persone va incontro a una graduale declino cognitivo di pari passo con l'invecchiamento. Alcuni di costoro sono affetti dal cosidetto declino congnitivo lieve (MCI-Mild Cignitive Impairment), che consiste in una riduzione dell'efficienza mentale più grave del declino fisiologico attribuibile all'invecchiamento, ma non rispondente ai requistiti necessari per diagnostiare una demenza senile o la malattia di Alzheimer.

A natural formulation increases brain resistance to oxidative stress

Il deficit mnemonico cognitivo è una condizione la cui genesi può essere attribuita a diversi fattori eziopatogenetici come lo stress ossidativo. Questo studio dimostra che prodotti a base di erbe possono costituire un rimedio naturale nel trattamento dell’invecchiamento cerebrale e delle condizioni caratterizzate da un aumentato stress ossidativo e meccanismi antiossidanti difettosi.

Cognitive effects of a dietary supplement made from extract of Bacopa monnieri, astaxanthin,phosphatidylserine, and vitamin E in subjects with mild cognitive impairment: a noncomparative,exploratory clinical study

Uno studio prospettico coorte, non comparativo, multicentrico è stato condotto per ricercare le potenzialità di un composto fitoterapico, disponibile come integratore naturale in grado di migliorare le funzioni cognitive in soggetti affetti da lieve deterioramento cognitivo (MCI-Mild Cognitive Imparement) e contenente estratti di Bacopa Monnieri, Haematocuccus pluvialis (astaxantina) più fosfatidilserina e vitamina E.

case report

CASE REPORT CON ILLUMINA

Il caso clinico proposto voleva valutare il concorso di illumina® ad una poli-terapia in corso di diagnosticata demenza. Sono stati considerati 11 casi di cui 5 demenze vascolari, 4 demenze degenerative primarie, un caso di demenza CADASIL e un caso di demenza fronto-temporale. I casi inseriti erano i più omogenei possibile per presentazione e gravità; a tutti i pazienti è stata consigliata l’integrazione con illumina® come supporto per la terapia di base con anticolinesterasici. Già dopo un mese per tutti i pazienti è stata evidente una stabilizzazione del quadro neurologico con buona soddisfazione da parte del medico e da buona ad ottima da parte del paziente, solo in un caso discreta. Tali evidenze si sono confermate nei mesi successivi. In conclusione l’integrazione con illumina® ha contribuito al mantenimento di adeguati livelli cognitivi commisurati alla gravità dei singoli casi.

PRESENTAZIONE INSIDIOSA DI DEMENZA FRONTOTEMPORALE

Il caso clinico è di un paziente che, nonostante un MMSE normale, manifestava un quadro neuropsicologico deficitario in diverse funzioni cognitive (memoria a breve termine, memoria a lungo termine, fluenze fonologiche e semantiche) e con risultati medio-bassi nelle funzioni attentive. Questo quadro con conclamato disturbo multi-dominio delle funzioni cognitive ha fatto pensare ad una patologia neurodegenerativa coinvolgente la corteccia fronto temporale. E’ stato valutato illumina®, in associazione alla terapia farmacologica affidata, con l’obiettivo di aggredire il sospettato processo neurodegenerativo alla base del quadro clinico. Si è visto come l’utilizzo delle sostanze neuroprotettive (Bacopa monnieri, astaxantina, fosfatidilserina, Vitamina E) possa essere utile nel contrastare o rallentare il declino cognitivo agendo sinergicamente sui processi neuro-fisiopatologici che ne stanno alla base.

LA FITOTERAPIA DEL DEFICIT COGNITIVO IN UNA PAZIENTE CON SINDROME DI DOWN

La trisomia del cromosoma 21, oltre a provocare vari disturbi cardiovascolari e metabolici, comporta un ritardo mentale di grado variabile e lo sviluppo, in età più avanzata, di un deterioramento cognitivo molto simile a quello della malattia di Alzheimer. Ciò è dovuto ad un aumento dello stress ossidativo e da un aumento dei prodotti finali della degradazione perossidativa dei fosfolipidi. Il caso clinico riguarda una paziente Down con gravissimo deficit cognitivo associato a comorbilità internistiche. Data l’impossibilità di somministrare farmaci attivanti si è deciso di consigliare illumina®, integratore alimentare a base di Bacopa monnieri, astaxantina, fosfatidilserina e VitE, in associazione al clonazepam per 5 mesi. Alla visita di controllo si è constatata una importante riduzione del deficit cognitivo con entusiasmo da parte dei famigliari per i progressi fatti dalla paziente.

LA FITOTERAPIA COME TRATTAMENTO DI COMBINAZIONE IN UN CASO DI MALATTIA DI ALZHEIMER CON DETERIORAMENTO COGNITIVO GRAVE

La terapia della malattia di Alzheimer nelle fasi terminali è una sfida per il Clinico soprattutto per la scarsa risposta ai farmaci sintomatici e la difficile gestione del rischio/beneficio dei farmaci per i disturbi comportamentali. Questo caso clinico illustra come una terapia in add-on con l’integratore alimentare illumina®, che non possiede proprietà attivanti, anche nei casi estremamente avanzati di malattia di Alzheimer, possa produrre dei cambiamenti importanti ai fini della gestione dei pazienti e migliorare, anche se temporaneamente, la qualità di vita del caregiver. La paziente in esame infatti, dopo l’assunzione di illumina® per 6 mesi, non presentava più agitazione psicomotoria per cui continuava l’assunzione dell’integratore per i successivi sei mesi.

LA FITOTERAPIA NEL DISTURBO COGNITIVO LIEVE (MCI): presentazione di un caso emblematico

Il deficit cognitivo lieve (Mild Cognitive Imparament: MCI) è una condizione in cui sono presenti alterazioni delle performance cognitive. Il caso proposto è di una paziente con MCI a dominio multiplo non amnesico in cui il deficit cognitivo riconosceva una eziologia multipla soprattutto di tipo dismetabolico (diabete di tipo II anche se compensato al momento della visita) e vascolare (gliosi diffusa e patologia ostruttiva respiratoria, ritmi rapidi all’EEG). Vista la presenza di ritmi rapidi all’EEG si è preferito optare per prodotti non attivanti; si è quindi prescritto illumina®. Dopo un mese la paziente si dimostrava soddisfatta del trattamento, l’esame neurologico mostrava assenza di deficit mnesici e il test dell’orologio era notevolmente migliorato rispetto al basale. Veniva pertanto confermato il consiglio di illumina® per i 6 mesi successivi con stabilizzazione clinica valutata alla seconda visita di controllo.

A CHE PAZIENTI PROPORRE ILLUMINA? ESPERIENZA DA UN CASO CLINICO

Il caso clinico proposto è quello di un paziente con diagnosi di Deterioramento Cognitivo lieve (Mild Cognitive Impairment, MCI) di tipo amnesico, seguito longitudinalmente per due anni. Il paziente che manifestava un quadro cognitivo sostanzialmente stabile nell’arco di quasi due anni di osservazione, non ha ricevuto una terapia anticolinesterasica. Si introduceva però illumina®, un integratore alimentare costituito da estratto di Bacopa monnieri, estratto di Haematococcus pluvialis (astaxantina), fosfatidilserina derivata dalla soia e vitamina E di origine vegetale. Dopo ulteriori 16 mesi di osservazione si è rilevato un miglioramento complessivo del paziente sul piano cognitivo, in particolare nel livello di attenzione e partecipazione all’ambiente.

seguici su