menu
Cristalfarma - Community

Inizia un nuovo anno scolastico


Passare dalla spiaggia ai banchi di scuola non è facile, soprattutto per i più piccoli. Può diventare un vero e proprio scoglio da superare sia da un punto di vista fisico che mentale. Potremo chiamarla "Sindrome della campanella" o "Sindrome Autunnale" perché arriva in coincidenza con l’inizio della scuola, chiusi all’interno delle aule ore e senza farle arieggiare,  il cambio di stagione. Tutto questo insieme di eventi, l’inizio della scuola, delle attività motorie, sociali e culturali ad esse connesse sono fattori di stress per il bambino e anche fonte di scambio di virus e batteri e quindi dei primi malanni. Per questo bisogna aiutare i bambini ad affrontare nel migliore dei modi il nuovo anno scolastico ritrovando le energie.

Ecco quattro semplici rimedi naturali:

1. Mix di Passiflora ed Escolzia

 

La passiflora è uno scrigno di proprietà curative, preziose per il benessere del corpo ma anche per quello della mente. In particolare, le parti verdi della passiflora sono molto ricche di alcaloidi indolici, maltolo, flavonoidi, acidi fenoli, cumarine, fitosteroli e olio essenziale, manifestano i loro effetti soprattutto sul sistema nervoso (controlla i centri del sonno). Infatti, la passiflora ha effetti sedativi, noti a partire dal XIX secolo, validi non solo per attenuare stati d’ansia e nervosissimo ma specialmente per dolori che interessano lo stomaco e l’intestino. Se assunta prima di andare a dormire, favorisce un sonno naturale senza effetti secondari.

 

L’escolzia è una pianta originaria della California, cresce in zone aride e sabbiose, con proprietà spasmolitica, rilassante muscolare, ansiolitica, sedativa e analgesica. Favorisce il sonno e ne migliora la qualità, diminuisce l’agitazione senza influenzare la vigilanza diurna.
Esistono integratori alimentari a base di estratti di piante officinali quali escolzia e passiflora in grado di favorire il sonno e il rilassamento.

2. Pappa reale…ma non solo…

La pappa reale è indicata come sostanza “adattogena”, che aiuta cioè l’organismo a mantenere l’equilibrio nonostante gli stress fisici e psichici molto frequenti nella vita odierna. Favorisce il riequilibrio del sistema endocrino, stimola l’organismo specialmente nei soggetti ipotonici, è un coadiuvante nella cura delle anemie, permette di compensare eventuali carenze alimentari e agisce da regolatore naturale dell’appetito nei casi di inappetenza.

 

Il Mix di estratti di piante officinali con pappa reale, mirtillo nero, eleuterococco, rosa canina e vitamine del gruppo B è contenuto nell’integratore alimentare Ristabil. Adatto a tutta la famiglia, Ristabil è utile per tutti quegli stati di affaticamento, inappetenza e stanchezza provocati dai cambi di stagione, periodi intensi di studio e/o lavoro e come quota integrativa di tali nutrienti in presenza di carenze alimentari o di aumentati fabbisogni organici. (link Ristabil)

3. A tavola con legumi e cereali: vanno bene per tutte le età integrati con la vitamina C (che si può trovare in kiwi, mele, agrumi, broccoli, rucola). Fondamentali anche le vitamine del gruppo B che si trovano in verdura a foglia verde, lievito e cereali; i Sali minerali come calcio, magnesio e zinco che contrastano i cali di attenzione e di memoria comuni alla stagione autunnale. Per finire, importantissimi sono gli acidi grassi del pesce azzurro, della frutta secca e dei semi oleosi che possono aiutare a sostenere le funzioni intellettuali dei più giovani.

4. Giocare all’aperto e fare sport: lo sport è da sempre un alleato della salute, l’importante è non sovraccaricare eccessivamente il bambino. Stare a contatto con la natura è una forma di educazione che induce il bambino ad esplorare il mondo che lo circonda, magari, in compagnia di qualche amichetto. Alternare compiti e gioco può essere un ottimo modo per variare il ritmo del pomeriggio senza renderlo né troppo “studioso” né troppo “movimentato”.

 

 

seguici su