menu
Cristalfarma

Bacopa


 

Famiglia: Scrofulariaceae.

Habitat: in India e nelle regioni tropicali cresce nei suoli umidi e paludosi. (1)

Parte usata: foglie e fusto.(1-2)

Preparazione farmaceutica consigliata: estratto secco  di Bacopa titolato al 20% in bacosidi A e B il dosaggio consigliato è pari a 100-400mg al giorno per gli adulti e di 100-200mg per i bambini. (1-3)

Composizione chimica: i componenti responsabili degli effetti farmacologici di Bacopa monnieri includono alcalodi, saponine, steroli.
Alcuni componenti (gli alcalodi brahmina e erpestina, le saponine, il D-mannitolo, l'acido A, la monnierina) furono isolati in India già più di 40 anni fa. Altri costituenti attivi sono stati successivamente identificati e includono l'acido betullico, lo stigmasterolo, il beta-sitosterolo e alcuni bacosidi e bacosaponine.
Si ritiene che i componenti responsabili degli effetti sulle funzioni cognitive siano i bacosidi A. (1-4)

Che cosa fa la Bacopa?
Dato che l'uso terapeutico primario è il miglioramento della funzione cognitiva, la maggior parte delle ricerche sono state focalizzate sul meccanismo che giustifichi questa proprietà. Le saponine triterpenoidi e i loro bacosidi sono responsabili dell'abilità della Bacopa di incrementare la trasmissione dell'impulso nervoso. I bacosidi contribuiscono alla riparazione dei neuroni danneggiati grazie all'incremento dell'attività delle protein-chinasi; la Bacopa facilita la sintesi neuronale, contribuisce al ripristino dell'attività sinaptica e migliora la trasmissione dell'impulso nervoso. Basandosi sui risultati degli studi condotti sul modello animale si può affermare che i bacosidi esercitino attività antiossidante nell'ippocampo, nella corteccia frontale, nello striato. Emerge inoltre che l'estratto di Bacopa modula l'espressione di enzimi coinvolti nella generazione e nello scavenging di specie reattive dell'ossigeno nel cervello. Ricerche condotte in vitro hanno mostrato che la Bacopa esercita un effetto protettivo contro il danneggiamento del DNA negli astrociti  e nei fibroblasti umani. (5-6)

L'estratto di Bacopa monnieri svolge azione neuroprotettiva grazie a diversi meccanismi antiossidanti: (7-8)

- azione chelante dei metalli bivalenti;

- azione scavenger sulle specie reattive dell'ossigeno con effetto dose-dipendente;

- riduzione della formazione di perossidi lipidici;

- inibizione dell'attività della lipossigenasi.

Evidenze cliniche:
L'estratto di Bacopa monnieri in uno studio su soggetti anziani, randomizzato, controllato in doppio cieco, ha dimostrato di: (9)

- migliorare la memoria di lavoro;

- migliorare l'attenzione;

- migliorare l'elaborazione cognitiva;

- sopprimere l'attività dell'aceticolinesterasi a livello plasmatico.

In uno studio clinico in doppio cieco controllato con placebo su soggetti con età compresa tra 18 e 60 anni, l'estratto di Bacopa monnieri ha dimostrato di essere efficace nell'incrementare i processi cognitivi di ordine più elevato, che sono criticamente dipendenti dal flusso di informazioni provenienti dall'ambiente, come l'apprendimento e la memoria. L'estratto ha migliorato significativamente la velocità di processazione di informazioni visive, il livello di apprendimento e la consolidazione di memoria (P<0,05) e lo stato di ansietà (P<0,001) rispetto al placebo, con effetti più marcati dopo 12 settimane di trattamento. (10)

In un altro studio clinico randomizzato in doppio cieco controllato con placebo l'estratto di Bacopa monnieri ha dimostrato di essere efficace nel migliorare la capacità di ritenzione di nuove informazioni per mezzo del test del richiamo differito di coppie di parole, in soggetti con età compresa tra 40 e 65 anni. (11)

Studio clinico randomizzato in doppio cieco controllato con placebo, dimostra che l’estratto di Bacopa monnieri ha effetti positivi su memoria, funzioni cognitive, benessere mentale e performance cognitive del soggetto anziano. (12)

In uno studio clinico randomizzato in doppio cieco controllato con placebo, l'estratto di Bacopa monnieri ha dimostrato di migliorare le prestazioni in test associati all'attenzione e alla memoria verbale in soggetti anziani, in particolare nei test di attenzione (Wechsler Adult Intelligence Scale) (P=0,008), nei test della memoria verbale (test di apprendimento di liste con richiamo differito - RAVLT) (P=0,008) e  nei test di ritenzione visiva basati su disegni (P=0,035). (13)

Effetti collaterali:

Le dosi terapeutiche di Bacopa non inducono effetti collaterali e la Bacopa è stata impiegata con sicurezza nella medicina ayurvedica per centinaia di anni. Un trial clinico in doppio cieco, controllato con placebo, condotto su volontari sani ha investigato sulla sicurezza delle dosi farmacologiche dei bacosidi isolati per un periodo di 4 settimane. I bacosidi concentrati somministrati in dosi giornaliere singole (20-30mg) e multiple (100-200 mg) sono stati ben tollerati e non si sono manifestati effetti collaterali . (14)

Controindicazioni ed interazioni con altri farmaci:
In studi condotti sul modello animale si è evidenziato che la Bacopa diminuisce la tossicità della morfina  e della fenitoina . Pare invece che non trovi sostegno l'assunto secondo cui l'estratto di Bacopa avrebbe proprietà blandamente sedative e quindi dovrebbe essere impiegata con cautela in combinazione con i sedativi. (15-16)

Bibliografia:

1.
Chopra RN. Indigenous Drugs of India. 2nd ed. Calcutta, India: U.N. Dhur and Sons; 1958:341.
2.
Kapoor LD. CRC Handbook of Ayurvedic Medicinal Plants. Boca Raton, FL: CRC Press Inc; 1990;61.
3.
Chakravarty AK, Garai S, Masuda K, et al. Bacopasides III-V: three new triterpenoid glycosides from Bacopa monniera. Chem Pharm Bull (Tokyo) 2003;51:215-217
4.
Hou CC, Lin SJ, Cheng JT, Hsu FL. Bacopaside III, bacopasaponin G, and bacopasides A, B, and C from Bacopa monniera. J Nat Prod 2002;65:1759-1763.
5.
Bhattacharya SK, Bhattacharya A, Kumar A, Ghosal S. Antioxidant activity of Bacopa monniera in rat frontal cortex, striatum and hippocampus. Phytother Res 2000;14:174–179.
6.Russo A, Izzo AA, Borrelli F, et al. Free radical scavenging capacity and protective effect of Bacopa monniera L. on DNA damage. Phytother Res 2003;17:870–875.
7.
Kapoor R, Srivastava S, Kakkar P. Bacopa monnieri modulates antioxidant responses in brain and kidney of diabetic rats. Environ Toxicol Pharmacol 2009;27:62–69.
8.
Dhanasekaran M, Tharakan B, Holcomb LA, et al. Neuroprotective mechanisms of Ayurvedic antidementia botanical Bacopa monniera. Phytother Res 2007;21:965–969.
9.
Peth-Nui T, Wattanathorn J, Muchimapura S, Tong-Un T, Piyavhatkul N, Rangseekajee P, Ingkaninan K, Vittaya-Areekul S. Effects of 12-Week Bacopa monnieri Consumption on Attention, Cognitive Processing, Working Memory, and Functions of Both Cholinergic and Monoaminergic Systems in Healthy Elderly Volunteers. Evid Based Complement Alternat Med. 2012;2012:606424. doi: 10.1155/2012/606424. Epub 2012 Dec 18.
10.
Stough C, Lloyd J, Clarke J, et al. The chronic effects of an extract of Bacopa monniera (Brahmi) on cognitive function in healthy human subjects. Psychopharmacology 2001;156:481–484.
11.Roodenrys S, Booth D, Bulzomi S, et al. Chronic effects of Brahmi (Bacopa monnieri) on human memory. Neuropsychopharmacology 2002;27:279–281.
12.
Calabrese C, Gregory WL, Leo M, Kraemer D, Bone K, Oken B. Effects of a standardized Bacopa monnieri extract on cognitive performance, anxiety, and depression in the elderly: a randomized, double-blind, placebo-controlled trial. J Altern Complement Med. 2008 Jul;14(6):707-13. doi: 10.1089/acm.2008.0018.
13.
Barbhaiya HC, Desai RP, Saxena VS, et al. Efficacy and tolerability of BacoMind_ on memory improvement in elderly participants: A double blind placebo controlled study. J Pharmacol Toxicol 2008;3:425–434
14.
Singh HK, Dhawan BN. Neuropsychopharmacological effects of the Ayurvedic nootropic Bacopa monniera Linn. (Brahmi). Indian J Pharmacol 1997;29:S359-S365.
15.
Sumathy T, Subramanian S, Govindasamy S, et al. Protective role of Bacopa monniera on morphineinduced hepatotoxicity in rats. Phytotherapy Res 2002;15:643-645.
16.
Vohora D, Pal SN, Pillai KK. Protection from phenytoin-induced cognitive deficit by Bacopa monniera, a reputed Indian nootropic plant. J Ethnopharmacol 2000;71:383-390.

seguici su