menu
Cristalfarma

Cardiospermum halicacabum


 

FAMIGLIA: La pianta erbacea rampicante Cardiospermum halicacabum (chiamata in tedesco "Herzsamen", seme a cuore), appartiene alla famiglia delle Saponifere,  così dette per la proprietà di provocare schiuma quando mescolate con acqua in quanto contenenti saponine. Questa famiglia comprende circa 1200 specie soprattutto piante legnose, alberi o arbusti.

HABITAT: Le Saponifere sono piante tropicali molto diffuse in India, Sud America ed Africa. 

PARTE USATA: Il Cardiospermum halicacabum ha fiori piccoli e bianchi.  La “droga”, cioè la parte utilizzata a scopo medicinale, è costituita dalle parti aeree fresche della pianta in fiore.Il nome specifico del genere "Cardiospermum" deriva dall'aspetto dei semi grandi come un grano di pepe, di colore marrone scuro, con un cuore bianco, facilmente riconoscibile, la denominazione "halicacabum" proviene dal greco e significa "barile di sale".

PREPARAZIONI FARMACEUTICHE CONSIGLIATE: Pomata a base di Cardiospermum, concentrata almeno al 5-10%, che offre fisiologico supporto  alle manifestazioni di carattere allergico e infiammatorio, accompagnate anche da prurito

COMPOSIZIONE CHIMICA: I principali costituenti attivi della pianta sono estratti dalle parti aeree fiorite ; sono rappresentati da un cospicuo gruppo di saponine come triterpeni glicosidici ; tannini di tipo idrolizzabile; tracce di alcaloidi; quebrachitolo , un particolare alcool con struttura di base riconducibile a quella dell’inositolo

PROPRIETA' TERAPEUTICHE: 
L’estratto vegetale di Cardiospermum halicacabum (1) vanta proprietà antiallergiche e antinfiammatorie in virtù di un effetto simile a quello esplicato dal cortisone (effetto cortison-like).

È noto che riduce i mediatori infiammatori cutanei, inibendo la liberazione di TNF-alfa e di ossido nitrico da parte di macrofagi e di cellule mononucleate umane dopo una stimolazione pro-infiammatoria.

Il vantaggio fondamentale di questo estratto naturale è il suo elevato profilo di sicurezza e tollerabilità, anche nei casi di utilizzo prolungato nel tempo. Come confermato dagli studi clinici, infatti, l’applicazione topica di Cardiospermum halicacabum garantisce una buona attività antiflogistica priva degli effetti collaterali che possono derivare dall’impiego prolungato di farmaci cortisonici.

Alcuni studi (Short term test 2 ) sono stati condotti per valutare se il prodotto cosmetico Cutamir, una crema a base di cardiospermum, esercita un'azione lenitiva sulla cute irritata. Sono stati selezionati 20 soggetti sani, donne e uomini, ai quali è stato applicato SLS (Sodium Lauryl Sulfate) al 20% in occlusione mediante 3 finn chambers per 4 ore per indurre irritazione. Dopo 15 minuti dalla rimozione delle finn chambers, sulle tre aree cutanee sono state misurate perdita di acqua transcutanea (TEWL) e indice di eritema; quindi un'area è stata trattata con Cutamir, un'altra con nessun prodotto, la terza con placebo.

In questo studio la crema a base di cardiospermum ha mostrato di essere significativamente efficace nella riduzione di entrambi i parametri valutati, indice di eritema e perdita di acqua transcutanea, con un effetto lenitivo sulla reazione irritativa sperimentalmente indotta da un agente chimico (tensioattivo) sulla cute dell'avambraccio dei soggetti arruolati. Cutamir ha favorito inoltre il ripristino dell'integrità della barriera cutanea irritata.

Le proprietà di Cardiospermum halicacabum sono state valutate in uno studio multicentrico di tipo osservazionale, condotto per quattro settimane su 833 pazienti provenienti da 140 centri in Germania, Spagna e Olanda e affetti da varie forme di dermatite. (3)

Gli estratti della pianta sono stati utilizzati per uso topico su pazienti affetti da dermatite endogena per il 28,8% , da dermatite allergica per il 23% , da dermatite seborroica per il 18,7%; la malattia presentava uno stato acuto o subacuto nel 42,5% dei casi mentre nei restanti veniva evidenziato uno stato cronico o cronico recidivante .

Al termine di questo studio sono stati valutati sia la remissione che il miglioramento dei sintomi tipici delle varie dermatiti, con un risultato di successo in media pari all’80% ; molto interessante è il dato relativo al trattamento delle lichenizzazioni (identificative di cronicizzazione) con un successo pari al 72%.

CONTROINDICAZIONI: nessuna conosciuta. L’utilizzo è topico e generalmente sicuro

1) Venkatesh BKC, Krishnakumari S., Cardiospermum halicacabum suppresses the production of TNF-alfa and Nitric oxide by human peripheral bood mononuclear cells. Afr J. Biomed Res 9:95-99,2006

2) Fulvio Marzatico, Short term test: clinical evaluation of the soothing and repairing effect for the skin of a product for topic use. Estratto dalla rivista Farmaci Vol. 33 - n. 1/2009

3) Carloni D., Cardiospermum halicacabum for the treatment of dermatitis Cardiospermum halicacabum - Sapindaceae family: a plant with a cortison-like action as a valid alternative to traditional dermatological applications, H adn PC  Vol. 7(4) October/December 2012, 32-37

seguici su