menu
Cristalfarma

Eleuterococco


 

FAMIGLIA: Araliaceae.

HABITAT:
originario dell'Asia subtropicale.

PARTE USATA: le radici.

PREPARAZIONI FARMACEUTICHE: estratto secco nebulizzato e titolato in eleuteroside E min. 0,5% (Farmacopea Francese X). la cui dose giornaliera va da 5 a 6 mg./kg., suddivisi in due somministrazioni, una al mattino al risveglio e l'altra nel primo pomeriggio.
COMPOSIZIONE CHIMICA: è una pianta contenente saponosidi, in questo caso chiamati eleuterosidi. Finora sono stati identificati con certezza l'eleuteroside B, l'eleuteroside E e l'eleuteroside A. Vi sono composti fenilpropanici, lignani, cumarine, polisaccaridi, steroli e zuccheri sia semplici sia complessi.

PROPRIETA' TERAPEUTICHE:
Azione adattogena:
è una pianta ad azione cosiddetta adattogena, come anche il Panax ginseng. Una migliorata resistenza allo stress e allo sforzo psico-fisico è stata dimostrata in diversi modelli, nei confronti di svariati fattori stressogeni, sia in soggetti sani sia in pazienti malati.
L'eleuterococco stimola la sintesi proteica  a livello dei muscoli, del fegato, del pancreas e della corteccia surrenalica, con un’azione di tipo anabolizzante. Questa azione è in gran parte legata ad un aumento dell'ormone della crescita (GH), che favorisce la sintesi proteica soprattutto a livello dei muscoli e del fegato.
La somministrazione di estratto di eleuterococco per due mesi all'anno riduceva del 30% le giornate di lavoro perse per malattia in un gruppo di 1200 operai specializzati.
Sono stati fatti anche studi su cosmonauti, che hanno dimostrato l'efficacia dell'eleuterococco nell' incrementare la resistenza alla fatica, al freddo e alle malattie di questi soggetti.
Una valutazione degli studi clinici esistenti ha valutato l’effetto dell’eleuterococco sulla performance psico-fisica degli atleti, in particolare di quelli coinvolti in discipline di durata. Tre studi hanno indagato l’azione dell’eleuterococco in atleti durante sforzi di durata e hanno trovato un aumento della funzionalità cardiorespiratoria, del metabolismo dei grassi e quindi della loro performace atletica. Cinque studi invece non hanno mostrato miglioramenti della funzionalità cardiorespiratoria, del metabolismo dei grassi e quindi della loro performace atletica significativamente superiori al placebo. I dosaggi di estratto di eleuterococco usati in questi studi oscillavano tra i 1000 e i 1200 mg al giorno, mentre la durata degli studi andava da un minimo di 7 giorni a un massimo di 6 settimane. Gli autori di questo studio concludono che è difficile, sulla base degli studi pubblicati sinora, attribuire all’estratto di eleuterococco un effetto positivo sulla performance atletica di durata.

EFFETTI COLLATERALI: può causare insonnia, irritabilità, eccitazione, tachicardia e fini tremori alle mani, ma in genere solo per dosaggi elevati somministrati per lunghi periodi di tempo. Sono stati osservati rari casi di aumento della pressione arteriosa. Pertanto questo estratto non va mai somministrato nelle ore serali.

CONTROINDICAZIONI: E’ controindicato in gravidanza e durante l’allattamento.

INTERAZIONI FARMACOLOGICHE: a tutt’oggi non  note.

seguici su