Tarassaco

 

FAMIGLIA: Asteraceae.

HABITAT: tutta l’Europa.

PARTE USATA: la radice fittonante.

PREPARAZIONE FARMACEUTICA CONSIGLIATA: l’estratto secco titolato in inulina min. 25% (Farmacopea Francese X). La sua dose giornaliera è di 12-13 mg./kg/die, suddivisa in due somministrazioni poco prima dei due pasti principali.

COMPOSIZIONE CHIMICA: è ricco di inulina e di altri fruttani, ma contiene anche flavonoidi e piccole quantità di cumarine. Contiene anche un po’ di olio essenziale, che conferisce alla pianta il suo odore caratteristico, e una mucillagine altamente idrofila. Vi sono anche acidi caffeico, clorogenico e cumarico, e una certa quantità di tannini.

PROPRIETA’ TERAPEUTICHE: Coadiuvante nel favorire la produzione di bile; azione favorente il transito intestinale; azione favorente l’eliminazione dei liquidi in eccesso.
Favorisce l’aumento della produzione di bile da parte del fegato, con una latenza di circa un’ora e con una durata d'azione di circa 4 ore. Inoltre aiuta a proteggere le cellule del fegato. L’aumento nella produzione di bile è causa dell’azione favorente il transito intestinale; infatti la bile fa aumentare  i movimenti intestinali. La ricchezza di inulina del tarassaco aiuta a mantenere attiva la flora batterica e quindi il benessere di tutto l’organismo. L’inulina infatti viene considerata un probiotico, cioè una sostanza capace di favorire il trofismo della flora batterica positiva (Lactobacillus e Bifidus) a scapito di quella non positiva (Enterobacteriaceae in genere). Infine, anche l’azione favorente l’eliminazione dei liquidi in eccesso è di una certa importanza.

EFFETTI COLLATERALI E CONTROINDICAZIONI: Non deve essere utilizzato dai pazienti che presentano calcoli di piccole dimensioni alle vie biliari, perché può essere causa di coliche.
Non sono note interazioni farmacologiche nè controindicazioni.

area
medica

registrati per poter accedere all'area medica riservata

scopri di più
newsletter

iscriviti per ricevere tutti gli aggiornamenti e le novità di Cristalfarma

iscriviti