SOS mal di pancia!

Quando il dolore addominale disturba il tuo bambino.

Le coliche gassose nel bambino sono in genere un fenomeno comune: pianto inconsolabile con genitori che spesso non sanno come comportarsi. 
E’ consigliabile chiedere sempre consiglio al pediatra su eventuali alimenti da eliminare dalla dieta. 

Esistono poi rimedi della nonna per il mal di pancia nei bambini piccoli che a volte possono rivelarsi molto utili: 
            ●  fate un bagnetto caldo al bambino tutti i giorni;
            ●  cullate il bambino posizionandolo con la pancia in giù, con movimenti molto ritmici e delicati, eventualmente passeggiando lentamente;
            ●  massaggiate la pancia del bambino con movimenti delicati.

In generale, i rimedi per il mal di pancia nei bambini, come del resto negli adulti, variano in base alla causa del dolore e alla sintomatologia associata. Negli episodi di breve durata, associati eventualmente a sintomi quali vomito, nausea e diarrea, il disturbo potrebbe dipendere da una gastroenterite virale; in questo caso il mal di pancia tende a risolversi con il riposo o con rimedi molto semplici quali la borsa dell’acqua calda. A volte il mal di pancia può dipendere anche da un intestino pigro; in caso di stipsi, il primo rimedio è correggere l’alimentazione, che deve essere ricca di frutta e verdure di stagione e garantire un buon apporto di fibre. È inoltre importante che il bambino beva molta acqua e che faccia movimento. 

Un valido aiuto per bambini in età pediatrica può arrivare anche dalla fitoterapia: Cristalfarma ha elaborato l’integratore alimentare relaxcol® junior a base di estratti vegetali di finocchio e melissa che favoriscono la normale digestione e contrastano l’eccessiva produzione di gas intestinali.

VeroBiologico   Copia
 

Nella composizione di relaxcol® junior troviamo anche la polvere di semi di carrube per la regolarità del transito intestinale e i fruttoligosaccaridi utili per l’equilibrio della flora intestinale. In tutti i casi di mal di pancia dei bambini che abbiano un'intensità per cui il dolore è acuto e prolungato, rivolgersi immediatamente al proprio pediatra.
    
Quando invece si nutre il dubbio che si tratti di intolleranza alimentare, prima di escludere qualsiasi tipo di alimento dalla dieta del bambino, è consigliabile consultare il pediatra. 

La causa può essere anche di natura psicologica: in questi casi si raccomanda di andare alla radice del problema, ovvero comprenderne la natura eventualmente consultando uno psicologo. 

 

Veronica Bagnacani – blogger su www.verobiologico.it

area
medica

registrati per poter accedere all'area medica riservata

scopri di più
newsletter

iscriviti per ricevere tutti gli aggiornamenti e le novità di Cristalfarma

iscriviti